01/02/2014 - Schianto sulla «510»

Era partito da Sulzano, dove abitava con la mamma in via Tullio Pericoli, diretto verso Brescia, alla guida di una Lancia «Ypsilon». Ma la vita di Mirko Sortino, 27enne di origine veronese, si è interrotta a Provaglio d´Iseo, sulla Sp 510. 
Il giovane si è schiantato frontalmente contro un´auto dello stesso modello, sulla quale viaggiava una trentenne di Passirano, un attimo dopo aver urtato una Jeep. Questa la prima ricostruzione effettuata dalla Polizia stradale di Iseo.
Mirko è deceduto sul colpo, mentre la donna, Sara Menegandi, è rimasta ferita. Condizioni che inizialmente sembravano particolarmente serie, ma all´Ospedale Civile di Brescia è stata avviata in ortopedia per la frattura di un femore; ne avrà per 40 giorni. 
L´INCIDENTE si è verificato a poca distanza dalla galleria Covelo dove giovedì pomeriggio un incidente - che aveva coinvolto tre vetture col ferimento di un 74enne di Milano e un 40enne di Breno - aveva determinato un blocco di due ore della statale che porta dal Sebino in Vallecamonica. Ieri mattina ancora disagi, con la «510» chiusa per tre ore, dalle 8.20 quando è accaduto il tragico incidente.
Potrebbe essere stata la strada resa particolarmente insidiosa dalla pioggia a causare l´incidente. Mirko Sortino stava viaggiando verso Brescia quando ha perso il controllo dell´auto. I testimoni hanno raccontato alla Polizia che la Lancia «Ypsilon» ha carambolato contro un´altra vettura prima di schiantarsi contro la Lancia condotta dalla donna che procedeva da Passirano verso la valle. Inutile il tentativo di evitare l´impatto che è stato molto violento, come dimostrano pezzi di carrozzeria sparsi nel raggio di decine di metri. Praticamente illesi invece i conducenti delle altre due auto coinvolte marginalmente nella paurosa carambola.
Sulla dinamica, al vaglio ancora della Polizia stradale, la Lancia del giovane di Sulzano dopo aver sbandato ha invaso la corsia opposta e urtato la ruota posteriore della Jeep Cherokee per poi scontrarsi frontalmente con la Lancia. Uno schianto che è stato fatale per il 28enne. E anche la Passat che sopraggiungeva è stata urtata. Inevitabili i disagi alla circolazione. La «510» tra Camignone a Iseo è rimasta chiusa per oltre tre ore. È stata riaperta quando i Vigili del fuoco di Brescia hanno concluso il lavoro e gli agenti della Stradale di Iseo ultimato i rilievi. Alla Polizia il triste compito di avvisare la mamma che abita negli appartamenti comunali sopra la biblioteca comunale in via Tullio Pericoli 4, nelle vicinanze della stazione ferroviaria.(ha collaborato Giuseppe Zani) 
Franco Mondini

Fonte: 
Bresciaoggi