02/02/2014 Facchinetti dirige,Casari è all’organo e una banda suona

L’Accademia Musical-mente festeggia oggi 25 anni di attività nella chiesa di San Lorenzo a Gussago, dove, alle 19, ha luogo la prima e esibizione ufficiale dell’Orchestra sinfonica Musical-Mente diretta da Giancarlo Facchinetti (un concertopreceduto,alle17,dalle«Chiacchiere musicali » per ragazzi). Seguirà un momento celebrativo: la direttrice artistica, Paola Ceretta, ripercorrerà il quarto di secolo di vita dell’Accademia, la prima della nostra provincia, iniziata a Ome nel 1989 con 4 insegnanti di musica classica e 30 allievi. Circa 15 anni fa l’Accademia ha scelto la sua denominazione ed attivato le sedi di Gussago, Ponticelli Brusati e Paderno Franciacorta con corsi sempre più numerosi per tutti gli strumenti classici e moderni,teatro per bambini e ragazzi, alfabetizzazione e propedeutica musicale, musica d’insieme classica e moderna. Attualmente i docenti sono 49 per circa 450 alunni. Tra le attività di Musical-mente:la preparazione del «first step» per l’ammissione al Conservatorio Marenzio e al Liceo musicale Gambara, con i quali ha siglato un protocollo d’intesa; l’organizzazione del Festival dei talenti «Caffè macchiato musica» al Caffé letterario di Brescia (dove, inviaBeccaria10,è stata aperta la nuovissima sede cittadina). È inoltre Accademia capofila della rete «Grappoli di suoni in Franciacorta»,che coinvolge altre 4realtà musicali franciacortine.

Sempre oggi, a Provaglio d’Iseo, nella chiesa dei Ss. Pietro e Paolo, nella Giornata della vita e del sacerdozio l’associazione Serassi di Guastalla presenta il libro del restauro dell’organo Amati a cura della ditta «Daniele Giani» e il relativo cd. Alle 16 concerto dell’organista Alessandro Casari. Offre un programma di musiche dal tardo’500al ’900,che evidenzia le possibilità dello strumento restaurato. Inizia con «Magnificat I tono» di Frescobaldi, prosegue con «Toccata in Sol» di Buxtehude, «Chaconne» di Couperin e due «Sonate»di Domenico Scarlatti. Casari interpreta, a voce sola, «Gaudebunt labia mea» di Pietro Lappi (che fu Maestro di Cappella nel Santuario di S. Maria delle Grazie a Brescia), quindi una Sonata di Galuppi e una Sinfonia di Mayr. Chiude con una Sinfonia di p. Davide da Bergamo.

A Brescia, nell’auditorium San Barnaba in piazza A. Benedetti Michelangeli, alle 16, per la rassegna presentata da Renato Krug, si esibisce la Banda musicale di Demo, diretta da Damiano Pè.

 

f. c.

Fonte: 
Giornale di Brescia