20/02/2014 - Gefran, dopo dieci anni lascia l’a.d. Alfredo Sala

Il 12 marzo il cda approverà il nuovo piano industriale e il bilancio relativo al 2013
Dal prossimo 29 aprile, data in cui si svolgerà l’assemblea degli azionisti, Alfredo Sala non sarà più l’amministratore delegato di Gefran. Lo ha comunicato martedì scorso lo stesso Sala al consiglio di amministrazione, riunito sotto la presidenza di Ennio Franceschetti,annunciando l’intenzione di rinunciare all’incarico di a.d. a decorrere dalla scadenzanaturale del cda (dalla prossima assemblea, appunto). Alfredo Sala è alla guidadell’azienda di Provaglio d’Iseo dallo scorso 2004 e conclude così il terzo mandato da amministratore delegato. Dieci anni al vertice di Gefran. Il presidente Franceschetti haproposto al consiglio di amministrazione di lavorare, nelle prossime settimane, per assumere le necessarie decisioni di riassetto dell’organizzazione direzionale e della governance aziendale, nel contesto del piano industriale in fase avanzata di elaborazione,piano che verrà sottoposto ad approvazione nel corso della riunione del consiglio di amministrazione prevista per il 12 marzo 2014, data in cui è prevista anche l’approvazione del progetto di bilancio di Gefran spa e del bilancio consolidato al 31 dicembre 2013.Il gruppo Gefran opera oggi in quattro unità produttive:due localizzate a Provaglio d’Iseo, dove nascono i prodotti di sensoristica e di componentistica per l’automazione, alle quali si sono aggiunte nel corso degli anni lo stabilimento di Gerenzano, focalizzato nella produzione di azionamenti, e lo stabilimento di Shanghai in Cina. Il Gruppo Gefran, che a oggi conta oltre850dipendenti, opera direttamente nei principali mercati internazionali attraverso filiali commerciali presenti in Italia, Francia,Germania,Svizzera,Regno Unito, Belgio, Spagna, Turchia, Messico, Russia, Stati Uniti, Brasile, Cina, Singapore, India e filiali produttive in Cina, Germania, Brasile e Stati Uniti.
Fonte: 
Giornale di Brescia