Denuncia di nascita

La dichiarazione di nascita può essere resa da uno dei genitori, da un procuratore speciale, dal medico o dall'ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto, e deve essere corredata da una attestazione di avvenuta nascita contenente le generalità della puerpera nonché le indicazioni del Comune, ospedale, casa di cura o altro luogo ove è avvenuta la nascita, del giorno e dell'ora della nascita e del sesso del bambino.

La dichiarazione può essere resa:

  • Entro 3 giorni dalla nascita presso la direzione sanitaria dell'ospedale o della casa di cura;
  • Entro 10 giorni dalla nascita presso il Comune nel cui territorio è avvenuto il parto;
  • Entro 10 giorni dalla nascita nel Comune di residenza dei genitori. Se i genitori risiedono in Comuni diversi la dichiarazione è resa nel Comune di residenza della madre salvo diverso accordo fra loro.

Nel caso di figli naturali non riconosciuti, la denuncia deve essere fatta dal medico, dall'ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto. E' necessario presentare:

  • un documento di riconoscimento valido;
  • l'attestazione di nascita rilasciata dal personale sanitario presente alla nascita ovvero la constatazione di avvenuto parto;

I genitori non residenti devono presentare entrambi la carta d'identità valida e aggiornata.

I genitori stranieri devono presentare il passaporto e il permesso/carta di soggiorno.

Ufficio di riferimento: 
Ufficio Anagrafe - Leva - Elettorale