IMU E TARI 2020

Data: 
09/06/2020

La Legge n. 160 del 27/12/2019, art. 1 commi da 739 a 783 ha modificato le imposte sulla casa abolendo la TASI accorpandola alla nuova IMU per l'anno 2020.
L'IMU deve essere pagata al Comune nel quale sono situati gli immobili dal proprietario, dall’usufruttuario e dal titolare di altri diritti reali secondo quanto disciplinato dal Regolamento approvato dal Consiglio Comunale con delibera n. 20  del 03.06.2020.
La nuova IMU rimane un'imposta sulle seconde case o sulle abitazioni principali di lusso classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9 e relative pertinenze delle stesse (box, cantina, deposito, ecc.).
L'IMU è dovuta inoltre per gli altri immobili: altri appartamenti, altri box, altre cantine, ecc., negozi, uffici, capannoni, aree fabbricabili e terreni.
Poiché l’IMU è un'imposta comunale è quindi il Comune  dove l’immobile è situato che stabilisce le aliquote in base alle quali viene effettuato il calcolo del dovuto.
Per l’anno 2020, il Consiglio Comunale con deliberazione n.° 21 del 3 giugno scorso, ha deliberato le aliquote che derivano dall'accorpamento delle aliquote IMU e TASI in vigore nel 2019, sulla scorta di quanto previsto dalla legge n. 160/2019.
Il pagamento della nuova IMU oltre che in una unica soluzione può essere effettuato in due rate scadenti la prima il 16 giugno e la seconda il 16 dicembre. E’ comunque prevista la possibilità di pagare il dovuto, senza applicazione di sanzioni e interessi, fino al 16 luglio.
Per gli immobili classificati nella categoria catastale D (capannoni, fabbricati industriali e artigianali, cinema, teatri, alberghi, ecc.) la scadenza dell'IMU di competenza statale al momento rimane fissata al 16 giugno.
Per evitare errori di compilazione e snellire le pratiche burocratiche ma soprattutto per rispettare  le norme di sicurezza in seguito alla diffusione del Covid-19, l’Ufficio Tributi invierà al domicilio di ciascun contribuente il modello F24 precompilato che consente il pagamento dell’imposta in banca, in posta, attraverso il Cassetto Tributario https://cassettotributario.it/provagliodiseo/ o con il servizio di home banking.

La Tassa Rifiuti (TARI) rimane invariata nella sostanza ma la data di scadenza della prima rata viene posticipata al 16 settembre. Il pagamento potrà essere effettuato in banca, in posta, attraverso il Cassetto Tributario https://cassettotributario.it/provagliodiseo/ o con il servizio di home banking utilizzando il modello F24 precompilato che  l’Ufficio Tributi invierà  entro fine agosto al domicilio di ciascun contribuente.
La scadenza della seconda rata rimane fissata al 16 dicembre.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata del sito internet del Comune  http://www.comune.provagliodiseo.bs.it/content/nuova-imu-2020contattare l’Ufficio Tributi al numero 030.9291212 o scrivere a n.simonini@comune.provagliodiseo.bs.it .

"E' volontà dell'Amministrazione fare tutto il possibile per tenere conto  delle richieste di cittadini, commercianti e imprenditori, in condizioni di fragilità economica post emergenza Covid-19 – afferma Lucia Pezzotti Assessore al Bilancio del Comune di Provaglio - Stiamo valutando al meglio  la definizione di modalità e misure degli interventi,  con i tempi necessari per gli approfondimenti  normativi dei recenti decreti e relativi trasferimenti".

 

 

 

 

 

 

Documenti: 
AllegatoDimensione
PDF icon imu.pdf368.38 KB