10/01/2014 «Un canto di Natale» per sostenere il «Laudato sì»

PROVAGLIO Sono le Sentinelle Operose a darsi da fare per promuovere iniziativevolte a far progredire il progetto «Laudato Sì», l’ospedale oncologico nato dalla volontà di don Pierino Ferrari, dall’omonima Fondazione e dalle associazioni Raphaël, Mamrè, Comunità cenacolo e Missionarie Francescane del Verbo. L’appuntamento più prossimo è in programma domani al Cinema teatro Pax di Provaglio d’Iseo dove la Fondazione Laudato Sì, in collaborazione con la Compagnia Teatrale Don Orione, propone il Musical«Un canto di Natale» (tratto dal romanzo di Charles Dickens), alle 21. Lo spettacolo ha una duplice valenza: ricordare Dario Ciapetti, compianto sindaco di Berlingo che lavorava con Mamrè, e continuare l’opera di coinvolgimento rispetto al progetto dell’Ospedale che ha raggiunto un traguardo importante, l’ultimazione della struttura della palazzina polifunzionale antistante il blocco principale. L’ospedale oncologico, una volta terminato, avrà 120 posti letto,mail percorso da fare è ancora lungo,come ha ricordato Roberto Marcelli, presidente della Cooperativa Raphaël. Fino ad oggi il costo della struttura è stato quantificato in 12 milioni di euro, ma per consegnarla a chi ne avrà bisogno ne serviranno altrettanti. I numerosi volontari che aderiscono alle varie realtà fondate da don Pierino però nonsi perdono d’animo; tra le Sentinelle del Laudato Sì (così sono definite tutte le persone coinvolte), ci sono quelle oranti, quelle offerenti che versano contributi periodici o annuali, quelle sofferenti che «offrono le proprie sofferenze perché diventino un mezzo d’elevazione per tutti» così come quelle operative,che usano talento e fantasia per organizzare iniziative a favore dell’ospedale, come lo spettacolo di domani a Provaglio d’Iseo.Veronica Massussi

Fonte: 
Giornale di Brescia