21/02/2014 - I fili che legano le sponde del Sebino: le sue reti

Alle 20.30 nell´auditorium del Monastero di San Pietro in Lamosa a Provaglio sarà presentato il volume «Quel lungo filo che avvolge il lago d´Iseo, la storia della rete ieri e oggi», edito da Fondazione Civiltà Bresciana e scritto da Rosarita Colosio e Fiorello Turla. Si tratta di una ricerca sulla produzione delle reti nella zona del Sebino, passando dalle origini laddove ha rappresentato un´attività domestica, affidata all´abilità manuale dei residenti per giungere ai giorni nostri, fonte di prosperità per piccole imprese artigiane.ATTRAVERSO molte interviste ad anziane confezionatrici a domicilio, a pescatori, a operai e imprenditori, oltre che attraverso ricerche d´archivio e una ricchissima raccolta di vecchie fotografie, si snoda un racconto che è anche l´epopea di un mondo: quello legato alla pesca nel Sebino, che ha avuto cuore pulsante a Montisola.«Il monastero è lieto - commenta Franco Pagnoni a nome della Fondazione culturale San Pietro in Lamosa - di dare ospitalità a questa iniziativa che sarà presentata dai due autori, i cui interventi saranno intervallati da letture di brani, da parte di Luisa Cattaneo e Rita Liloni, e da commenti musicali del gruppo "I decanter" di Iseo, commentati da Micio Gatti».F.SCO.

Fonte: 
Bresciaoggi