Dichiarazione cambio di residenza

L'art. 2 della Legge Anagrafica dispone che è fatto obbligo ad ognuno di chiedere per sé e per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela, l'iscrizione nel Comune di dimora abituale.
Il cittadino dovrà esibire all'Ufficiale d'Anagrafe un documento di riconoscimento e dichiarare:

1. se il trasferimento riguarda solo la sua persona o anche altri componenti la sua famiglia;
2. il preciso indirizzo ove ha stabilito la sua dimora;
3. se va a costituire una nuova famiglia anagrafica o se entra a far parte di una famiglia anagrafica già residente all'indirizzo dichiarato;
4. dare notizia di tutti i dati personali relativi alla sua persona e alle altre eventuali persone dichiarate (cognome, nome, codice fiscale, data e luogo di nascita, stato civile, professione, titolo di studio, numero e data di rilascio di eventule patente di guida posseduta, numero di targa di autoveicoli, rimorchi, motoveicoli e ciclomotori eventualmente posseduti).

Terminata questa prima fase l'Ufficiale d'Anagrafe procederà a verificare se le dichiarazioni rese corrispondono a verità avvalendosi degli accertamenti che saranno svolti dagli agenti di polizia municipale, quindi se l'esito degli accertamenti è positivo invierà la pratica (il tutto comunque entro 20 giorni dalla data in cui fu presentata la richiesta) al Comune di precedente iscrizione anagrafica.
Ricevuta la conferma di cancellazione l'Ufficiale d'Anagrafe procede all'iscrizione nel registro di popolazione dandone notizia all'interessato.

Ufficio di riferimento: 
Ufficio Anagrafe - Leva - Elettorale