STRANIERI - Richiesta di cittadinanza italiana

La richiesta di cittadinanza italiana va fatta alla Prefettura del luogo di residenza, essa è regolata dalla legge 5 febbraio 1992, n. 91.
Numerosi sono i casi per cui può essere richiesta, i più frequenti comunque sono:

  • per matrimonio con cittadino/a italiano/a. Il cittadino straniero che sposa un cittadino italiano ottiene la cittadinanza se risiede in Italia da almeno 6 mesi, se risiede all'estero ed è sposato da almeno tre anni.
  • per concessione, secondo le modalità indicate d'ufficio, dopo 10 anni di residenza;
  • per beneficio di legge: se il cittadino straniero ha un genitore o un parente di secondo grado italiano per nascita - se è nato in Italia da genitori stranieri qui residenti da almeno 10 anni e vi rimane fino al compimento del diciottesimo anno d'età.

La regola generale è quella che consente allo straniero di richiedere la cittadinanza dopo dieci anni di residenza nello Stato, visti però i numerosi casi per i quali viene richiesto un periodo di residenza inferiore è opportuno richiedere tutte le informazioni all'ufficio di stato civile del Comune.

Ufficio di riferimento: 
Ufficio di Stato Civile