Denuncia di morte

  • Decesso in abitazione (per cause naturali)

La dichiarazione di morte deve essere effettuata entro ventiquattrore dal decesso da uno dei congiunti o da persona già convivente con il soggetto ora defunto o da un loro delegato o, in mancanza, da persona informata del decesso.
Chiunque si presenti per dichiarare la morte di una persona, deve essere munito della scheda ISTAT rilasciata dal medico che ha assistito la persona defunta. Quando la persona sia deceduta senza assistenza medica, la scheda ISTAT deve essere compilata dal medico necroscopo. In caso di mancata assistenza medica, l'ufficiale dello stato civile procede ad avvisare il medico necroscopo per la visita di accertamento. La salma rimane di norma presso l'abitazione fino al funerale ad eccezione dei casi, certificati dal medico curante, di abitazioni inadatte e/o quando sussistano motivi igienico-ambientali per i quali si rende necessario il trasporto al Deposito di osservazione delle salme.
La visita del medico necroscopo e la vestizione, in questo caso, vengono effettuate presso l'obitorio.

  • Decesso in Casa di Cura

Le modalità sono le stesse dei decessi in abitazione (cause naturali) salvo le seguenti eccezioni:
- per medico curante è da intendersi il medico incaricato della Casa di Cura.
- la salma rimane (tendenzialmente) fino al funerale presso la Casa di Cura,salvo problemi igienico-sanitari, nel qual caso viene condotta al Deposito Osservazione Salme.

  • Decesso in Ospedale

Alla verifica della causa del decesso, alla denuncia di morte e alle relative certificazioni provvede direttamente l'Amministrazione Ospedaliera.
Gli interessati devono, non appena possibile, rivolgersi a una Agenzia o Ditta di Onoranze funebri autorizzata per predisporre il funerale
La salma rimane di norma presso la Camera Mortuaria dell'Ospedale fino al funerale.

  • Decesso per morte violenta o accidentale o in luogo pubblico

E' necessario avvertire tempestivamente il 112 (Carabinieri) o il 113 (Polizia di Stato), che provvederanno all'invio dell'ambulanza 118 per il trasporto della salma al Deposito di Osservazione.
I familiari o chi per essi posso provvedere al funerali una volta espletati tutti gli obblighi di legge (es: autopsia).

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Decreto del Presidente della Repubblica del 03.11.2000, n. 396
- Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile

Decreto del Presidente della Repubblica del 10.9.1990, n. 285:
- Regolamento di polizia mortuaria

Deliberazione commissariale n.1139 del 12.10.1939:
- Regolamento comunale d'igiene

Deliberazione del Consiglio Comunale n.° 37 del 12.2.1996:
- Regolamento di Polizia Mortuaria Locale

Ufficio di riferimento: 
Ufficio di Stato Civile