Richiesta servizi di assistenza per l'integrazione scolastica

Il servizio di assistenza educativa o all’autonomia è garantito agli alunni residenti nel Comune di Provaglio con certificazione di handicap (a cura della competente commissione di accertamento dell’ASST), frequentanti le scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di 1° grado, statali e paritarie del territorio o site in altri Comuni, per agevolarne l'integrazione scolastica e favorirne l'inserimento nelle migliori condizioni.
L’Amministrazione comunale assicura agli aventi diritto e frequentanti le scuole statali e paritarie un servizio qualificato di assistenza educativa (Circolare MIUR 30.11.2001), con il preciso obiettivo di promuovere l'autonomia personale e l'integrazione sociale della persona, attraverso la tutela dei suoi diritti: diritto allo studio, diritto ad una formazione professionale, diritto all'inserimento nel mondo del lavoro, diritto di protezione e cura, diritto di socializzazione, diritto di vivere nel proprio ambito familiare e sociale.
Gli interventi vengono progettati e realizzati attraverso una stretta collaborazione ed un'azione integrata fra i servizi sociali comunali, i servizi socio-sanitari dell'ASST, le organizzazioni del privato sociale del territorio, attori nella stesura del progetto assistenziale individualizzato, che deve essere condiviso dalla persona disabile oggetto dell'intervento o dai suoi familiari.
L’assistenza è un intervento di assoluta priorità ed importanza in quanto diretto non solo ad assicurare reali pari opportunità di formazione a tutti, ma anche a garantire un fattivo processo di integrazione dei bambini diversamente abili attraverso un lavoro di continuo raccordo tra scuola, famiglia, operatori sanitari, terapisti e tutto il personale dei vari centri specializzati che li seguono. L’intervento, inoltre, è finalizzato a potenziare le abilità residue e vicariare quelle deficitarie mediante il
coinvolgimento personale dei bambini, con lo scopo di fortificare il loro senso di autoefficacia e la loro autostima, di garantire loro dignità e autonomia.
In relazione a queste tematiche si fa riferimento all’ Accordo-quadro di programma provinciale per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità (2011 – 2016) (artt. 12 e 13 L. 104/92, art. 2 D.P.R. del 24/2/94 e DPCM n. 185 del 23/02/2006/).
L’intervento è attuato con operatori specializzati che coadiuvano l’alunno in classe nelle attività didattiche programmate, durante lo svolgimento delle attività di gioco e di laboratorio, durante la refezione per l'aiuto alla corretta assunzione del cibo, nelle visite di istruzione.
Per l’attivazione del servizio si applicano le vigenti disposizioni nazionali e regionali (L. n. 104/1992, D.P.C.M. n. 185/2006, D.G.R. n. 3449/2006 e n. 2185/2011).
Ulteriori interventi sono realizzati in tale ambito, con la concessione di sostegno economico alle Istituzioni scolastiche per l’acquisto di ausili didattici specialistici. Gli alunni in situazione di handicap hanno diritto al trasporto gratuito. L’Amministrazione comunale interviene quindi – in relazione alle disponibilità e alle necessità comprovate – per agevolare la frequenza scolastica degli alunni residenti, anche con interventi economici laddove non è data la possibilità di fruire di servizi organizzati.
Per quanto riguarda il servizio di assistenza per l’autonomia e la comunicazione degli alunni/e in situazione di handicap frequentanti le Scuole Secondarie di Secondo Grado, il comune di Provaglio si occupa in vece della Provincia di Brescia dell’organizzazione e della gestione del servizio; l’ufficio istruzione presenta apposita rendicontazione e idonea documentazione a corredo della stessa per ottenere il rimborso delle somme anticipate.
Il servizio di assistenza è stato affidato con determinazione n.° 197 del 27.08.2016 per il biennio scolastico 2016/2017 e 2017/2018 alla cooperativa EUROTREND ASSISTENZA S.C.R.L. - COOP. SOC. Via Europa, 2 – 13882 di Cerrione.
Per gli anni scolastici oggetto dell’appalto si prevedono interventi degli assistenti presso le scuole dell’infanzia, dell’obbligo e della scuola secondaria di secondo grado.
Il servizio è partito con l’organico al completo in sostanziale continuità con il precedente, Sono state fatte, quindi, le assegnazioni degli educatori sulla base delle necessità dei bambini, alla luce delle richieste avanzate dalle singole scuole.
La novità più importante del servizio riguarda la creazione di una banca ore che potrà essere gestita con maggiore elasticità dalle singole scuole. Quando si verificherà un’assenza da parte di un alunno con disabilità, il servizio viene sospeso e si cumulano ore a credito da spendere per attività nel mese successivo (fino ad un massimo del 10%). L’assistente educatore mantiene il suo monte ore giornaliero e concorderà con il Dirigente Scolastico o il Coordinatore le modalità di effettuazione delle ore accantonate. Le restanti saranno risparmiate nell’ottica di razionalizzare gli sprechi e ridurre i costi.
Nel corso dell’anno saranno programmati incontri tecnici con i dirigenti scolastici, i rappresentanti dell’ATTS, l’equipe di inclusione per costruire un quadro delle necessità e dei bisogni di ciascun ragazzo ed eventualmente programmare nuove modalità di intervento. 

 

Ufficio di riferimento: 
Istruzione