Autocertificazione

Il regolamento di attuazione della Legge 127/97 ("LEGGE BASSANINI") D.P.R. 20 ottobre 1998 n.403 è diretto a tutto il comparto della Pubblica Amministrazione nonché ai Concessionari o gestori di Pubblici Servizi (ad es. Enel, Poste, Telecom, Asm, Cogeme).
L'autocertificazione diventa quindi il principio fondamentale dell'azione amministrativa e ciò significa che tali Enti non possono più chiedere al cittadino i certificati e la mancata accettazione dell'autocertificazione costituisce violazione dei doveri d'ufficio (art.3 comma 4 Legge 127/97 e art.3 comma 3 DPR 403/98). Qualora l'ufficio precedente volesse acquisire per la pratica in corso un certificato dovrà richiederlo esclusivamente d'ufficio (art.7 DPR 403/98).

Non è prevista l'autenticazione della firma.

L'AUTOCERTIFICAZIONE può essere utilizzata solo nei rapporti con la Pubblica Amministrazione e con i concessionari e gestori di pubblici servizi.

E' prodotta in sostituzione delle normali certificazioni nei seguenti casi:

  • NASCITA: di essere nato/a il (giorno/mese/anno ) a (comune di nascita)
  • NASCITA DEL FIGLIO/A MINORE: che mio/a figlio/a di nome ...... è nato/a il (giorno/mese/anno) a (città, provincia)
  • RESIDENZA: di essere residente a (città , provincia , via , n° )
  • CITTADINANZA: di essere cittadino/a italiano/a
  • GODIMENTO DEI DIRITTI POLITICI: di godere dei diritti politici
  • STATO CIVILE: di essere (celibe/nubile oppure coniugato/a con ....... oppure vedovo/a di ...... oppure già coniugato/a )
  • ESISTENZA IN VITA: di dare atto della propria esistenza in vita
  • MORTE DEL CONIUGE, DELL'ASCENDENTE O DISCENDENTE: che (nome, cognome della persona defunta) , nato/a il (giorno/mese/anno) a (luogo di nascita) è deceduto/a il (giorno/mese/anno) a (luogo del decesso)
  • POSIZIONE MILITARE : di essere nella seguente posizione agli effetti del servizio militare:.....
  • ISCRIZIONE AD ALBO/ELENCO TENUTO DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: di essere iscritto/a all'Albo/elenco ..........
  • STATO DI FAMIGLIA: che la mia famiglia è anagraficamente così composta: (nome, cognome, luogo e data di nascita , residenza e relazione di parentela con il dichiarante di tutti i componenti)

sono inoltre comprovati con l'autocertificazione i seguenti stati, fatti e qualità personali:

  • Titolo di studio o qualifica professionale posseduta; esami sostenuti; titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica
  • situazione reddituale o economica , anche ai fini della concessione di benefici e vantaggi di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali ; assolvimento di specifici obblighi contributivi con l'indicazione dell'ammontare corrisposto ; possesso e numero di codice fiscale , della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell'archivio dell'anagrafe tributaria e inerente all'interessato
  • stato di disoccupazione ; qualità di pensionato e categoria di pensione ; qualità di studente o di casalinga
  • qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche , di tutore , di curatore e simili
  • iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo
  • tutte le posizioni relative all'adempimento degli obblighi militari, comprese quelle di cui all'art.77 del decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 1964, n.237, come modificato dall'art.22 della legge 24 dicembre 1986, n.958
  • di non avere riportato condanne penali
  • qualità di vivenza a carico
  • tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri di stato civile.

Costituisce violazione dei doveri d'ufficio la mancata accettazione dell'autocertificazione nei casi in cui le norme di legge o di regolamento ne prevedano la presentazione (art.3 , comma 4 L.127/97 e art.3, comma 3 D.P.R.403/98). Qualora l'Amministrazione procedente intenda acquisire i relativi certificati, questi dovranno sempre essere richiesti d'ufficio (art.7 D.P.R.403/98).

Ufficio di riferimento: 
Ufficio Anagrafe - Leva - Elettorale