Procedimenti ufficio Anagrafe, Leva, Elettorale

Il regolamento di attuazione della Legge 127/97 ("LEGGE BASSANINI") D.P.R. 20 ottobre 1998 n.403 è diretto a tutto il comparto della Pubblica Amministrazione nonché ai Concessionari o gestori di Pubblici Servizi (ad es. Enel, Poste, Telecom, Asm, Cogeme).
L'autocertificazione diventa quindi il principio fondamentale dell'azione amministrativa e ciò significa che tali Enti non possono più chiedere al cittadino i certificati e la mancata accettazione dell'autocertificazione costituisce violazione dei doveri d'ufficio (art.3 comma 4 Legge 127/97 e art.3 comma 3 DPR 403/98). Qualora l'ufficio precedente volesse acquisire per la pratica in corso un certificato dovrà richiederlo esclusivamente d'ufficio (art.7 DPR 403/98).

Non è prevista l'autenticazione della firma.

L'AUTOCERTIFICAZIONE può essere utilizzata solo nei rapporti con la Pubblica Amministrazione e con i concessionari e gestori di pubblici servizi.

E' prodotta in sostituzione delle normali certificazioni nei seguenti casi:

  • NASCITA: di essere nato/a il (giorno/mese/anno ) a (comune di nascita)
  • NASCITA DEL FIGLIO/A MINORE: che mio/a figlio/a di nome ...... è nato/a il (giorno/mese/anno) a (città, provincia)
  • RESIDENZA: di essere residente a (città , provincia , via , n° )
  • CITTADINANZA: di essere cittadino/a italiano/a
  • GODIMENTO DEI DIRITTI POLITICI: di godere dei diritti politici
  • STATO CIVILE: di essere (celibe/nubile oppure coniugato/a con ....... oppure vedovo/a di ...... oppure già coniugato/a )
  • ESISTENZA IN VITA: di dare atto della propria esistenza in vita
  • MORTE DEL CONIUGE, DELL'ASCENDENTE O DISCENDENTE: che (nome, cognome della persona defunta) , nato/a il (giorno/mese/anno) a (luogo di nascita) è deceduto/a il (giorno/mese/anno) a (luogo del decesso)
  • POSIZIONE MILITARE : di essere nella seguente posizione agli effetti del servizio militare:.....
  • ISCRIZIONE AD ALBO/ELENCO TENUTO DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: di essere iscritto/a all'Albo/elenco ..........
  • STATO DI FAMIGLIA: che la mia famiglia è anagraficamente così composta: (nome, cognome, luogo e data di nascita , residenza e relazione di parentela con il dichiarante di tutti i componenti)

sono inoltre comprovati con l'autocertificazione i seguenti stati, fatti e qualità personali:

  • Titolo di studio o qualifica professionale posseduta; esami sostenuti; titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica
  • situazione reddituale o economica , anche ai fini della concessione di benefici e vantaggi di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali ; assolvimento di specifici obblighi contributivi con l'indicazione dell'ammontare corrisposto ; possesso e numero di codice fiscale , della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell'archivio dell'anagrafe tributaria e inerente all'interessato
  • stato di disoccupazione ; qualità di pensionato e categoria di pensione ; qualità di studente o di casalinga
  • qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche , di tutore , di curatore e simili
  • iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo
  • tutte le posizioni relative all'adempimento degli obblighi militari, comprese quelle di cui all'art.77 del decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 1964, n.237, come modificato dall'art.22 della legge 24 dicembre 1986, n.958
  • di non avere riportato condanne penali
  • qualità di vivenza a carico
  • tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri di stato civile.

Costituisce violazione dei doveri d'ufficio la mancata accettazione dell'autocertificazione nei casi in cui le norme di legge o di regolamento ne prevedano la presentazione (art.3 , comma 4 L.127/97 e art.3, comma 3 D.P.R.403/98). Qualora l'Amministrazione procedente intenda acquisire i relativi certificati, questi dovranno sempre essere richiesti d'ufficio (art.7 D.P.R.403/98).

Dal 9 maggio 2012 entra in vigore la nuova disciplina prevista dall'art.5 del decreto legge 9 febbraio 2012, n.5, convertito in legge 4 aprile 2012, n.35, che introduce il "cambio di residenza in tempo reale".
I cittadini potranno presentare tutte le dichiarazioni anagrafiche (cambio di residenza con provenienza da altro comune o dall'estero, cambio di abitazione nell'ambito dello stesso comune) non solo allo sportello comunale, ma anche per raccomandata, per fax o per via telematica utilizzando la modulistica ministeriale.
La trasmissione telematica è consentita mediante una delle seguenti modalità:
a) sottoscrizione del dichiarante con firma digitale
b) identificazione del dichiarante attraverso carta di identità elettronica o carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
c) trasmissione attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante alla PEC del Comune
d) acquisizione mediante scanner di copia della dichiarazione e di copia del documento d'identità del dichiarante e trasmissione tramite posta elettronica semplice.
La dichiarazione per essere accettata deve contenere necessariamente tutti i dati obbligatori previsti negli appositi moduli. Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento di identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere i moduli riportati in calce.
Tutte le comunicazioni e le dichiarazioni anagrafiche relative al comune di Provaglio d’Iseo, dovranno essere trasmesse con una delle seguenti modalità.
Raccomandata Postale, all'indirizzo:
Comune di Provaglio d’Iseo
Ufficio Anagrafe
Via Europa, 5 – 25050 Provaglio d’Iseo ( Bs )
 
Fax: 030.9291235
 
 
Posta Elettronica Certificata: protocollo@pec.comune.provagliodiseo.bs.it
 
Presentazione diretta allo sportello anagrafico
Ufficio Anagrafe
Via Europa, 5 – 25050 Provaglio d’Iseo ( Bs )
dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30

ITER PROCEDURALE E TEMPISTICHE
Fermo restando che la decorrenza giuridica del cambio di residenza decorre sempre, come ora, dalla data di presentazione della dichiarazione, entro i due giorni lavorativi successivi il richiedente sarà iscritto in anagrafe e potrà ottenere il certificato di residenza e lo stato di famiglia, limitatamente alle informazioni "documentate".
Nel caso di cambio di residenza con provenienza da altro comune, entro gli ulteriori e successivi 5 giorni lavorativi il comune di provenienza dovrà provvedere alla cancellazione ed alla verifica dei dati forniti dal dichiarante. Da quel momento potranno essere rilasciate tutte le normali certificazioni.
Il Comune entro 45 giorni dalla dichiarazione procede all'accertamento dei requisiti cui è subordinata l'iscrizione anagrafica (innanzi tutto l'effettiva dimora abituale). Trascorso tale termine senza che siano pervenute comunicazioni negative, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto (silenzio-assenso, art. 20 legge 241/1990).

In caso di accertamento negativo l'interessato sarà cancellato dall'anagrafe con effetto retroattivo e sarà denunciato alle competenti autorità, per le responsabilità penali per dichiarazioni mendaci, ai sensi degli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000.

Dove rivolgersi:
Ufficio Anagrafe/Residenze - Residenza Municipale
Via Europa, 5 – 25050 Provaglio d’Iseo ( Bs )
dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30
tel. 030.9291.202/203
fax 030.9291.235
anagrafe@comune.provagliodiseo.bs.it 

Certifica lo stato di cittadino italiano.
Viene rilasciato dal Comune di residenza o può essere autocertificato.
Per il suo rilascio non è necessaria la presenza dell'interessato, basta che il richiedente conosca:

  • nome
  • cognome
  • data di nascita

della persona per cui chiede il certificato.

I certificati che attestano stati e fatti personali, non soggetti a variazione, hanno validità illimitata; i restanti certificati hanno validità 6 mesi dalla data del rilascio, tuttavia, questi ultimi, sono validi oltre i termini di validità se l'interessato dichiari, in fondo al documento, che le informazioni contenute nel certificato stesso non hanno subito variazioni dalla data del rilascio.

Certifica che una certa persona è in vita.
Viene rilasciato dal Comune di residenza o può essere autocertificato.
Per il suo rilascio non è necessaria la presenza dell'interessato, basta che il richiedente conosca:

  • nome
  • cognome
  • data di nascita

della persona per cui chiede il certificato.

I certificati che attestano stati e fatti personali, non soggetti a variazione, hanno validità illimitata; i restanti certificati hanno validità 6 mesi dalla data del rilascio, tuttavia, questi ultimi, sono validi oltre i termini di validità se l'interessato dichiari, in fondo al documento, che le informazioni contenute nel certificato stesso non hanno subito variazioni dalla data del rilascio.

Certifica il relativo stato e viene rilasciato a chiunque ne faccia richiesta.
Per ottenere il rilascio di detto certificato è necessario che il decesso sia avvenuto a Provaglio d'Iseo o, al tempo dell'evento, il defunto doveva essere residente a Provaglio d'Iseo.

Certifica il Comune, la via ed il numero civico ove risiede una persona.
Viene rilasciato dal Comune di residenza o può essere autocertificato.
Per il suo rilascio non è necessaria la presenza dell'interessato, basta che il richiedente conosca:

  • nome
  • cognome
  • data di nascita

della persona per cui chiede il certificato.

I certificati che attestano stati e fatti personali, non soggetti a variazione, hanno validità illimitata; i restanti certificati hanno validità 6 mesi dalla data del rilascio, tuttavia, questi ultimi, sono validi oltre i termini di validità se l'interessato dichiari, in fondo al documento, che le informazioni contenute nel certificato stesso non hanno subito variazioni dalla data del rilascio.

Certifica la composizione della famiglia anagrafica.
Viene rilasciato dal Comune di residenza o può essere autocertificato.
Per il suo rilascio non è necessaria la presenza dell'interessato, basta che il richiedente conosca:

  • nome
  • cognome
  • data di nascita

della persona per cui chiede il certificato.

II certificati che attestano stati e fatti personali, non soggetti a variazione, hanno validità illimitata; i restanti certificati hanno validità 6 mesi dalla data del rilascio, tuttavia, questi ultimi, sono validi oltre i termini di validità se l'interessato dichiari, in fondo al documento, che le informazioni contenute nel certificato stesso non hanno subito variazioni dalla data del rilascio.

Certifica che il cittadino non ha vincoli matrimoniali.
Viene rilasciato dal Comune di residenza o può essere autocertificato.

Per il suo rilascio non è necessaria la presenza dell'interessato, basta che il richiedente conosca:

  • nome
  • cognome
  • data di nascita

della persona per cui chiede il certificato.

I certificati che attestano stati e fatti personali, non soggetti a variazione, hanno validità illimitata; i restanti certificati hanno validità 6 mesi dalla data del rilascio, tuttavia, questi ultimi, sono validi oltre i termini di validità se l'interessato dichiari, in fondo al documento, che le informazioni contenute nel certificato stesso non hanno subito variazioni dalla data del rilascio.

Le copie autentiche, totali o parziali, di atti e documenti possono essere ottenute con qualsiasi procedimento che dia garanzia della riproduzione fedele e duratura dell'atto o documento. Esse possono essere validamente prodotte in luogo degli originali.
L'autenticità delle copie può essere fatta dal pubblico ufficiale dal quale l'atto è stato emesso o presso il quale è depositato l'originale, o al quale deve essere prodotto il documento, nonché da un notaio, cancelliere, segretario comunale, o altro funzionario incaricato dal Sindaco previa esibizione dell'originale.
Essa consiste nell'attestazione di conformità con l'originale scritta alla fine della copia, a cura del pubblico ufficiale autorizzato.
In alternativa può essere prodotta una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà con cui si dichiari la conformità delle copie.

Pagine